Precedente Successiva  

Pro Mucio (?) 

 

 

Anno 65 o 64 

 

Supposta difesa di Q. Mucio Orestino in un processo per furto, concluso con accordo con la parte avversa, L. Fufio Caleno. Dell’orazione resta solo dubbia testimonianza: tog. cand. fr. 6 P. (= 25 CR.); ASC. 66, 23 - 67, 12 ST. (= 85, 27 - 86, 20 C.).

 

Edizioni: SCHOELL [C 17]; CRAWFORD 1984, n° 16.

 

Cf. GRANRUD 1913, n° 87; MÜNZER 1933a, 423-424; BARDON 1952, 202, 3 B15; BROUGHTON 1952, 2, 162; PUCCIONI 1960, 108-109; BÜCHNER 1964, 489; KUMANIECKI 1972, 178; GRUEN 1974, 529; GRIMAL 1984; MARSHALL 1985, 297-298; RAMSEY 1988, 169; ALEXANDER 1990, n° 213; MARINONE a. 65 B1.

 

-Il terminus ante quem certo è l’orazione In toga candida dell’anno 64, dalla quale risulta l’ingratitudine di Mucio, che come tribuno della plebe è ostile a Cicerone nella campagna elettorale.

 

 

Autenticità e datazione 

 

-Poiché il processo si conclude con un accordo tra le parti prima della sentenza, non è detto che Cicerone abbia potuto tenere la sua orazione. In più l’esistenza stessa del processo è messa in dubbio da alcuni.

 

Sostengono che Cicerone pronunci l’orazione:

bullet

GRANRUD 1913, n° 87: Anno indeterminato

bullet

BÜCHNER 1964, 489; CRAWFORD 1984, 75: Anno 65 o 64 (non dopo l’orazione In toga candida)

bullet

GRUEN 1974, 529: Prima dell’anno 65 

bullet

MARSHALL 1985, 297: Non dopo l’anno 65 

bullet

GRIMAL 1986: Anno 64 

bullet

ALEXANDER 1990, n° 213: Processo prima dell’anno 64, con Cicerone alla difesa.

 

Sostengono che Cicerone non pronunci l’orazione:

bullet

SCHOELL (T) [C 17]; PUCCIONI 1960, 109: L’orazione è da considerarsi spuria sulla base delle testimonianze addotte.

bullet

MÜNZER 1933a, 423-424; RAMSEY 1988, 169: Si ritiene probabile che il processo non sia celebrato e che di conseguenza Cicerone non pronunzi alcuna orazione. 

 

 

-DG 5, 400; CIACERI 1, 141-142; BÜCHNER 1964, 161-162; GELZER 1969, 60; FUHRMANN 81: Non si fa distinzione tra questa orazione e quella De Manilio.  

-CRAWFORD 1984, 70: Che il discorso sia da tenere distinto dall’orazione De Manilio è dimostrato da PLUT. Cic. 9, 7: Katastv p€lin x ĂparcŇv djmjgçrese. Cicerone non pubblica il discorso per non urtare ulteriormente gli Ottimati.

 

 

 

  Precedente Iniziale Su Successiva

Per chiudere la CC-CD premi ALT+F4