Precedente  

La sorellastra di Terenzia č assolta 

 

 

Anno 73: La vestale Fabia, sorellastra di Terenzia, è accusata forse da Clodio di incestum con Catilina. Nel processo che ne segue, Fabia, e quindi Catilina, difesi da M. Pupio Pisone, sono assolti, anche per l’intervento di Q. Lutazio Catulo: Brut. 236; Catil. 3, 9; tog. cand. 22; Q. CIC. pet. 10; SALL. Cat. 15, 1; ASCON. 70, 28-31 ST. (= 91, 19-23 C.); PLUT. Cat. Min. 19, 5-6; OROS. VI, 3, 1.

 

Cf. DE BENEDETTI 1929, 549-550; WEINSTOCK 1934, 710; CARCOPINO 1947, 1, 232; BROUGHTON 1952, 2, 114; TILL 1962, 332; BALSDON 1966, 66-67; SB Att. 1, 319; GRUEN 1971b, 59-62; GRUEN 1974, 42; 271; MARSHALL 1985, 309-310; EPSTEIN 1986, 232-233; ALEXANDER 1990 n° 167; WILL 1991, 164; LEWIS 2001, 143-149.

 

 

-DE BENEDETTI 1929, 549-550; EPSTEIN 1986, 232-233: Si fa risalire a questo episodio l’origine dell’odio di Terenzia nei confronti di Clodio.

 

 

  Precedente Iniziale Su

Per chiudere la CC-CD premi ALT+F4