Cicerone e il pensiero romano
Sito ufficiale della Società Internazionale
degli Amici di Cicerone
Ricerca semplice
 
HOME PAGE

HOME PAGE

CHI SIAMO

CONTATTI

ACTA TULLIANA

SOSTEGNO
COLLEGAMENTI

SUGGERIMENTI

ACCESSO RISERVATO

NOTIZIE

DISCLAIMER

Cicerone - II - Frammenti
  • Cato:Completato verosimilmente nel luglio del 46 a.C. (Epist. Att. XII, 5,2), poco dopo la morte ad Utica di Catone Minore, questo scritto ha sempre posto molteplici problemi, a partire dal genere e dalla forma: Büchner (R.E. vii a, 1272) lo definì «ein Protest gegen die Politik Caesars», mentre molti, seguendo Tacito (Ann. IV, 34, 4: [sott. Cicero] Catonem caelo aequavit) e le riflessioni di Cicerone stesso sulla laudatio, ne hanno maggiormente sottolineato il carattere di encomio realizzato secondo i precetti della retorica greca (Kumaniecki e Kierdorf, per esempio); Jones (Cicero's 'Cato', RhM 113, 1970, pp. 188-196) invece, lo ha voluto far rientrare ' sulla scorta degli scholia a Giovenale 6, 338 e avendone anche individuato possibili nuovi frammenti ' nel genere biografico, ma realizzato sotto forma di dialogo, sul modello dei Dialogi di Sulpicio Severo o della Vita di Euripide di Satiro. I tre frammenti principali (e sicuri) sono conservati da Aulo Gellio (Noctes Atticae XIII, 20, 14), Macrobio (Sat. VI, 2, 33) e Prisciano (Inst. Gram., GLK II, 510, 19). [S. Mollea]
    Testo dell'opera


    Bibliografia


    1. Cugusi, Paolo, Catone oratore e Cicerone oratore, 1986

    2. Kaster, Robert, *Cicero: Brutus and Orator, 2020

    3. Ramage, Edwin S., Cicero's Cato. Form and purpose, 1989

    Parole chiave
    • Philosophie - Filosofia - Philosophy