Cicerone e il pensiero romano
Sito ufficiale della Società Internazionale
degli Amici di Cicerone
Ricerca semplice
 
HOME PAGE

HOME PAGE

CHI SIAMO

CONTATTI

ACTA TULLIANA

SOSTEGNO
COLLEGAMENTI

SUGGERIMENTI

ACCESSO RISERVATO

NOTIZIE

DISCLAIMER

Cicerone - II - Frammenti
  • In Servilium Isauricum:Il 9 aprile 43 Cicerone tenne in Senato un discorso, di cui si è conservato un unico frammento. In quel periodo la situazione di Antonio stava rapidamente peggiorando: oltre all?opposizione di Ottaviano e delle sue truppe, egli aveva dovuto affrontare anche l?esercito dei consoli A. Irzio (RE n° 2; MRR 2, 572) e C. Vibio Pansa (RE n° 16; MRR 2, 634). Inoltre Cicerone stava facendo tutto quanto era in suo potere per farlo dichiarare nemico pubblico. Il 7 aprile a Roma fu annunciato che L. Munazio Planco (RE n° 30; MRR 2, 593; MRR Suppl. 42), proconsole in Gallia Transalpina, aveva deciso di appoggiare la repubblica contro Antonio. Felice, Cicerone aveva proposto che gli venissero tributati degli onori, ma uno dei tribuni pose il veto, su richiesta di Servilio Isaurico (RE n° 67; MRR 2, 619). In risposta Cicerone tenne un?orazione in cui attaccò Servilio così duramente che sperava che in futuro avrebbe imparato a stare al suo posto (cf. Ad Brut. 2, 2, 3). Bibliografia: J. W. Crawford, M. Tullius Cicero: The fragmentary speeches, Atlanta 1994, 305-309. [CorSen]
    Testo dell'opera


    Bibliografia


    1. Crawford, J. W., M. Tullius Cicero. The lost and unpublished orations, 1984

    2. Malaspina, Ermanno, Le orazioni in frammenti e " deperditae " di Cicerone : Rassegna 1984-1995, 1997

    Parole chiave
    • Éloquence - Eloquenza - Eloquence